Martedì 16 aprile 2024 si è tenuta a Roma una colazione di lavoro presso il ristorante Santa Lucia, in via di Tor Sanguigna 12.

Il tema – “Il futuro della città di Roma, sfide e prospettive, nel contesto del Giubileo del 2025” – è stato trattato da Mariano Angelucci, Roma Capitale – Consigliere dell’Assemblea Capitolina. Presidente XII Commissione Capitolina Permanente Turismo, Moda e Relazioni Internazionali.

Egli ha illustrato ai giornalisti presenti tutto l’ampio prospetto di progetti pensati per dare alla città un nuovo volto. Alcuni sono programmati per essere pronti all’inizio dell’anno giubilare, altri si concluderanno in tempi più lunghi.

Gli interventi per il Giubileo sono stati finanziati con 1 miliardo di fondi giubilari, 1,8 miliardi di risorse complessive a cui si aggiungono 500 milioni di euro che riguardano i 335 interventi già definiti con fondi Pnrr per la realizzazione del Piano Caput Mundi.

L’obiettivo è di accogliere al meglio le decine di milioni di pellegrini che verranno a Roma; allo stesso tempo, il programma prevede interventi in zone più lontane dal centro, in modo che oltre ai benefici per i visitatori ci siano risvolti positivi per l’intera città di Roma.

Il Giubileo è quindi un’occasione per aprire a Roma un futuro migliore sotto vari aspetti: dalla riqualificazione dello spazio pubblico alla viabilità, dai trasporti (metropolitana, bus, tram) alla valorizzazione del patrimonio naturalistico.

Il Piano Caput Mundi è diretto alla riqualificazione e al restauro del patrimonio culturale e urbano e dei complessi di alto valore storico-architettonico della città. I Piani Urbani Integrati sono invece destinati a migliorare le periferie creando nuovi servizi per i cittadini e riqualificando i centri urbani come Corviale, Tor Bella Monaca e Santa Maria della Pietà.