Le religioni nello spazio pubblico - Contributi per una società pacifica

Presentazione 

La religione, qualunque essa sia, tende a permeare ogni dimensione dell’esistenza, sia gli aspetti più personali sia quelli legati alla sfera politica e sociale. Con l’effetto, tra gli altri, di favorire la formazione di gruppi sociali, tra le componenti più rilevanti della società civile che contribuiscono a definire l’identità di un popolo e a influenzare le relazioni tra i Paesi. La presenza pubblica della religione è il tema della Giornata di studio promossa dall’Associazione Iscom, insieme con il Comitato “Giornalismo & Tradizioni religiose”, per riflettere sul ruolo e sulla funzione di diverse tradizioni (Ebraismo, Islam, Cristianesimo, Induismo), con particolare riguardo alla geopolitica, l’istruzione, i luoghi di culto, gli ordinamenti giuridici e il pluralismo culturale e politico. Con il proposito di favorire un dialogo fecondo di pace e di libertà. L'incontro si svolge alla Pontificia Università della Santa Croce, p.zza Sant’Apollinare 49, Roma.

Previa registrazione su www.formazionegiornalisti.it, ai giornalisti partecipanti saranno riconosciuti 4 crediti per la formazione professionale continua 

 

Programma - Mercoledì 26 ottobre 2022

9.30 Saluto d’apertura
Marta Brancatisano, Comitato “Giornalismo & Tradizioni religiose”
Guido D’Ubaldo, Presidente Ordine dei giornalisti del Lazio

PRIMA PARTE
Modera Giovan Battista Brunori, RAI

9.35 Costruire la pace: i percorsi formativi nei testi sacri e nelle tradizioni religiose
Guido Coen, UCEI
Abdellah Redouane, Istituto Culturale Islamico
Benedetto Ippolito, Università Roma Tre
Svamini Hamsananda Ghiri, Vicepresidente Unione Induista Italiana - Sanatana Dharma Samgha

10.30 L’insegnamento delle religioni nella scuola pubblica. Principi e applicazioni
Antonella Castelnuovo, docente di Mediazione Linguistico-culturale, La Sapienza
Abdellah Redouane, Istituto Culturale Islamico
Paolo Cavana, LUMSA
Ghita Micieli de Biase, Unione Induista Italiana di Roma

11.15 pausa

SECONDA PARTE
Modera Antonino Piccione, ISCOM

11.30 Simboli religiosi e neutralità delle istituzioni. I luoghi di culto
Gabriele Tecchiato, Centro Islamico Culturale d'Italia
Franco Di Maria Sri Jayendranatha, Presidente Unione Induista Italiana - Sanatana Dharma Samgha
Giovanni Doria, Università Tor Vergata

12.30-13.30 Dharma Shastra, Halakah, la Sharia, il Diritto canonico: strumenti di diritto positivo a tutela della libertà religiosa oppure ostacoli al pluralismo?
Marco Cassuto Morselli, Presidente Federazione delle Amicizie ebraico-cristiane in Italia
Gabriele Tecchiato, Centro Islamico Culturale d'Italia
Costantino Matteo Fabris, Università Roma Tre
Svamini Hamsananda Ghiri, Vicepresidente Unione Induista Italiana - Sanatana Dharma Samgha

 


 

Comitato organizzatore 
Marta Brancatisano (Comitato “Giornalismo & Tradizioni religiose”), Manuel Sanchez (presidente ISCOM, Comitato “Giornalismo & Tradizioni religiose”), Antonino Piccione (caporedattore ISCOM, Comitato “Giornalismo & Tradizioni religiose”)


Contatti
apiccione@libero.it – Tel. 066867522

*Gruppo di lavoro coordinato dalla Facoltà di Comunicazione della Pontificia Università della Santa Croce. Ne fanno parte giornalisti, accademici, esponenti di diverse realtà religiose (cristiani, ebrei, musulmani, induisti, buddisti, ecc.), con lo scopo di promuovere – attraverso seminari e pubblicazioni - l'eccellenza nella comunicazione su religione e spiritualità nei media, e favorire la comprensione del fattore religioso nel contesto sociale e nell’opinione pubblica.