Sospensione

È la punizione con cui un sacerdote, anche se mantiene lo stato clericale, non può fino a nuovo ordine compiere le attività legate al suo status: quali ascoltare la confessione, predicare o amministrare i sacramenti. Non riguarda invece la possibilità di ricevere i sacramenti.

Viene preceduta da un'ammonimento, ed ha effetto per un tempo indeterminato.

La remissione della pena dipende dalla cessazione del comportamento sanzionato.

Fonti: Codice di Diritto canonico, cc. 1312 §1, 1, 1333-1335