Parrocchia

È una comunità di fedeli costituita in modo stabile all’interno di una diocesi, sotto l’autorità di un pastore (parroco) che assicura l’assistenza ministeriale e che dipende dal vescovo diocesano.

La diocesi si divide in parrocchie, che vengono erette (e poi anche soppresse o modificate) dal vescovo, dopo aver sentito il consiglio presbiteriale. La parrocchia ha personalità giuridica.

Quando per circostanze particolari non sia possibile erigere una parrocchia in un luogo, si può costituire una quasiparrocchia, equiparata giuridicamente alla prima; oppure si provvede alla cura pastorale in altro modo.

La maggior parte delle parrocchie hanno una identità territoriale, e comprendono tutti i fedeli di un determinato territorio, ma alcune possono avere caratteristiche etniche o di nazionalità.

Di solito ogni parrocchia ha un proprio tempio.

Fonti: Codice diritto canonico, cc. 374 §1, 515-519; Decr. Apostolicam Actuositatem, n. 10.