Collegialità

In generale, il termine si riferisce a un metodo di governo secondo il quale i processi decisionali passano attraverso l'intervento di organi collegiali, o di persone diverse. La decisione è in questo modo attribuita al collegio e non alle singole persone che lo compongono.

Riferita all’episcopato, sta a significare la responsabilità condivisa e l’autorità che l’intero collegio dei vescovi guidato dal Papa ha nell’insegnamento, nella santificazione e nel governo della Chiesa. Il Papa, tuttavia, non è un mero presidente di un collegio (primus inter pares), ma ha una funzione e una potestà al di sopra dei vescovi. Per questa ragione il Collegio episcopale non è un collegio in senso giuridico.

La collegialità episcopale si manifesta nella solidarietà tra i vescovi, che spinge a vivere la responsabilità episcopale al di là dei confini della propria Chiesa particolare.