Codice di Diritto canonico

È il codice o corpus legale che regola la vita della Chiesa cattolica, mediante un impianto normativo ordinato e sistematico, suddiviso in canoni. Nella Chiesa latina il Codice che la governa è quello approvato da san Giovanni Paolo II nel 1983, in sostituzione del Codice promulgato nel 1917, mediante la Costituzione apostolica Sacrae Disciplinae Leges. Il Codice vigente è diviso in sette libri, che trattano i seguenti argomenti: le norme generali, il Popolo di Dio, la funzione di insegnamento, la funzione di santificazione, i beni temporali, le sanzioni e i processi.

Esiste anche, emanato nel 1990, un Codice di Diritto Canonico per le Chiese orientali. È stato il primo documento di questo genere per le Chiese orientali in comunione con Roma.

Fonti: Codice di Diritto canonico (1983); Codice dei Canoni delle Chiese orientali (1990)