Chiesa

A parte dall’uso ovvio in riferimento a una costruzione in cui i cristiani si riuniscono per le funzioni religiose, il termine “Chiesa” ha un senso teologico e dottrinale molto ricco: l’istituzione fondata da Gesù Cristo, composta dai battezzati, uniti dai vincoli della professione di fede, dei sacramenti e della struttura ecclesiastica, fondata sul Papa. Egli costituisce il principio e il fondamento perpetuo e visibile dell'unità, sia con i vescovi che con la moltitudine di fedeli.

La Chiesa, Popolo di Dio e Corpo mistico di Cristo, è un mistero di fede e allo stesso tempo un organismo visibile all'interno della società, con un suo culto, una sua dottrina e una gerarchia costituita dal sacramento dell'Ordine.

Le note caratteristiche della Chiesa sono quelle confessate nel credo: una, santa, cattolica e apostolica.

Chiesa locale o particolare ha il significato dei fedeli di una diocesi, o arcidiocesi o di una comunità locale riunita intorno al suo vescovo. Chiesa universale è il termine che fa riferimento all’unica Chiesa di Cristo integrata dalla comunione di tutte le Chiese particolari in unione con il Vescovo di Roma.

Fonti: Costituzione apostolica Lumen gentium n. 13-16; Codice di Diritto canonico c. 205.